Purina Pro Plan è un marchio PURINA. Scopri chi siamo.

Cosa fare quando il cane non mangia e sembra triste?

Cosa fare quando il cane non mangia e sembra triste?

Quando il cane ha l’aria abbacchiata e rifiuta il pasto è possibile che non si senta bene, ma se il veterinario ha escluso qualsiasi problema di salute allora le cause dell’inappetenza sono altre, come per esempio che si sia stancato di mangiare le solite cose. Per aiutarlo a ritrovare l’appetito è possibile rendere la ciotola più invitante.

Se il cane non mangia e ha l’aria mogia, bisogna innanzitutto escludere che la cosa dipenda da un qualsiasi problema di salute. L’unica persona che può dirti se l’inappetenza e il cambio di umore del tuo cane risiedono nel suo modificato stato di salute è il veterinario: una visita saprà far luce sulla situazione e chiarire qualsiasi dubbio. Nel caso in cui la visita non portasse alla luce niente di particolare, allora le cause dell’inappetenza andranno cercate altrove. Se per esempio il tuo cane è abituato a mangiare sempre il solito cibo, puoi provare a focalizzare l’attenzione su questo aspetto.

La frustrazione della solita ciotola

Il cane che all’ora del pasto corre entusiasta verso la ciotola ma poi, una volta annusato il contenuto, non mangia e cambia completamente espressione assumendo un’aria frustrata - orecchie abbassate e sguardo mesto - allontanandosi sconsolato, è probabilmente stufo di assumere il solito cibo. In questo caso non devi forzarlo a mangiare, puoi però provare a invogliarlo andando per tentativi.

Si mangia quando la fame chiama

Il primo consiste nel lasciargli comunque la ciotola a disposizione per una decina di minuti: se ha veramente fame tornerà sui suoi passi e la vuoterà, anche se con poco entusiasmo. Se non lo fa, togli la ciotola e rimettila al suo posto solo al momento del pasto successivo. E non andare nel panico: se il tuo cane è in salute non gli succederà nulla anche se salta un pasto. Quindi evita di dargli qualsiasi snack fuori pasto e ripeti la stessa procedura anche la volta dopo: il cane mangerà la sua solita razione quando avrà davvero fame. Ovviamente, lasciagli sempre a disposizione dell’acqua fresca cui abbeverarsi.

Ricordati che, soprattutto nel caso in cui Fido sia costretto a un regime alimentare particolare per via di intolleranze o allergie, non devi impietosirti e fare l’errore di indorargli la pillola aggiungendo al suo cibo degli appetizanti provenienti dalla dispensa della tua cucina, come il parmigiano o l’olio d’oliva, perché una volta assaggiato un sapore diverso non si accontenterà più della “solita minestra”, e per te sarà sempre più difficile fargli mangiare il cibo adatto alle sue necessità. Tieni duro, quindi, e vedrai che al richiamo della fame il cane tornerà a vuotare la sua ciotola.

Rendere il pasto più gradevole

Se il cane non ha problemi di intolleranze e hai già provato a passare da un tipo di cibo per cani all’altro ogni volta che Fido ha innescato il meccanismo dell’inappetenza da noia, quello che puoi provare a fare è di rendere più gradevole ciò che mangia trasformandolo con poche mosse in cibo per cani inappetenti. Per esempio puoi aggiungere dell’acqua tiepida alle sue crocchette, così che l’aroma venga esaltato e siano più allettanti. Oppure puoi aggiungere un po’ di cibo umido alla ciotola, preferendo la stessa qualità di quello secco che hai scelto per lui. Ma se anche questo non dovesse funzionare, allora puoi provare a utilizzare prodotti come Purina FORTI FLORA, un alimento complementare che può essere aggiunto nella ciotola per rendere più appetibile la solita crocchetta.

La sedentarietà non aiuta

In tutti i casi ricorda che una vita attiva e del sano movimento oltre ad aiutare il tuo cane a tenersi in forma mantengono anche vivo il suo appetito. Un cane che passa la maggior parte del tempo a oziare o ad annoiarsi in casa, da solo, con tutta probabilità non sarà né troppo felice né troppo affamato. In questo caso l’attenzione non va posta sulla ciotola ma sullo stile di vita che gli offri.

X
Purina TI RISPONDE