Purina Pro Plan è un marchio PURINA. Scopri chi siamo.

Insufficienza renale nei gatti: diagnosi e cura

Insufficienza renale nei gatti: diagnosi e cura

Questa malattia dei gatti è una condizione frequente in particolare nei felini anziani, che solitamente ne sviluppano la forma cronica.

I reni sono organi vitali che svolgono un ruolo molto importante nell’organismo del gatto. La loro funzione principale è quella di filtrare le sostanze di scarto presenti nel sangue espellendole tramite l'urina; si occupano inoltre della regolazione dei minerali contenuti nell'organismo e della pressione sanguigna, nonché della produzione di ormoni vitali. Per questo motivo, il loro corretto funzionamento è fondamentale per tutto l'organismo e qualsiasi problema a loro legato può portare a gravi conseguenze. L'insufficienza renale dei gatti è una condizione frequente in particolare nei gatti anziani, che solitamente sviluppano la forma cronica di questa malattia.

I tipi di insufficienza renale nei gatti sono due:

Acuta

Si tratta di una rapida e improvvisa riduzione della funzionalità renale e può essere provocata da infezioni o ingestione di sostanze tossiche. Questa tipologia è spesso reversibile, ma non nella totalità dei casi.

Cronica

Si tratta della perdita lenta (da qualche mese a diversi anni) ma progressiva della funzionalità renale che può essere provocata da diverse cause, dalle infezioni ai tumori dei gatti, ma più spesso i fattori scatenanti sono sconosciuti. Questa malattia del gatto è irreversibile, ma esistono fortunatamente trattamenti che ne riducono l'avanzamento e aiutano ad alleviare i sintomi.

Nelle fasi iniziali dell’insufficienza renale cronica nei gatti le aree ancora sane del rene compensano quelle danneggiate, aumentando il carico di lavoro. Con l'avanzare di questa malattia dei gatti, tuttavia, le aree sane sono sempre meno in grado di mantenere inalterata la funzionalità dell'organo e iniziano quindi a essere visibili i primi segnali di insufficienza renale.

L'insufficienza renale cronica nei gatti è una malattia progressiva che si sviluppa a stadi diversi in molti gatti, a causa del deterioramento graduale delle diverse parti del rene. I metodi più utilizzati per tenere sotto controllo questa condizione sono l'aumento dell'assunzione di liquidi, una dieta specifica e medicinali che aiutano a ridurre l'avanzamento della malattia e ad alleviarne i sintomi.

Segnali a cui prestare attenzione

Poiché risulta più difficoltoso concentrare correttamente l'urina del gatto, il micio potrebbe espellere grandi quantità di urina diluita. Gli episodi di minzione saranno di conseguenza più frequenti e porteranno l'animale domestico a bere più spesso per compensare la perdita di liquidi. Si tratta di un circolo vizioso molto pericoloso che deve essere monitorato attentamente. Mai lasciare il gatto senza acqua nel tentativo di ridurre la frequenza della minzione, in quanto questo potrebbe provocare gravi casi di disidratazione negli animali con insufficienza renale.

Altri segnali a cui prestare attenzione sono scarso appetito del gatto, stanchezza e apatia provocati dalle tossine che normalmente verrebbero espulse dal corpo ma che in caso di insufficienza renale restano in circolo all'interno dell'organismo. Il gatto può inoltre percepire nausea e di conseguenza vomito, conati e alito cattivo.

La diagnosi del veterinario

Il veterinario vorrà sicuramente eseguire un test delle urine per controllare se l'urina del gatto è concentrata, se le proteine vengono espulse insieme all'urina e se sono presenti altri problemi (come ad esempio infezioni) da tenere in considerazione.

Avrà inoltre bisogno di un campione di sangue per le analisi. Alcuni veterinari sfrutteranno la situazione per eseguire analisi del sangue del gatto complete per controllare lo stato di salute di altri organi e sistemi, poiché l'accumulo di tossine nel corpo potrebbe avere un effetto collaterale su altri organi.

La cura è solitamente eseguita tramite diete, medicinali o entrambe le soluzioni, a seconda della gravità della malattia del gatto.

Medicinali

I gatti con insufficienza renale potrebbero sviluppare condizioni quali elevata pressione sanguigna o anemia. Per risolvere questi problemi il veterinario potrebbe consigliare medicinali specifici.

Dieta

Diversi studi hanno dimostrato che una dieta bilanciata può ridurre gli effetti collaterali di un'insufficienza renale nei gatti e rallentare l'avanzamento della malattia, rivelandosi fondamentale nel trattamento dell'insufficienza renale cronica nei gatti. Il veterinario potrebbe prescrivere una dieta speciale per aiutare il tuo gatto.

È molto importante modificare gradualmente la dieta del gatto  per ridurre il rischio di problemi intestinali e incoraggiare il gatto ad apprezzare la nuova formula. Non abbandonare la nuova dieta solo perché il gatto non sembra interessato. Se il veterinario ti dà il via libera, prova ad alternarla al cibo che solitamente mangia il tuo gatto, aumentando gradualmente la quantità della nuova dieta e eliminando di conseguenza il cibo che non deve più mangiare.Questa transizione può durare dalle due alle sei settimane e, benché possa apparire come una perdita di tempo, ricorda che è fondamentale per la salute del tuo gatto.

Alcuni consigli

  • Evita gli snack per gatti o acquista quelli specifici per la sua patologia.
  • Dai al gatto piccoli pasti frequenti piuttosto che uno o due pasti principali.
  • Il cibo umido può essere intiepidito al microonde (non deve essere troppo caldo) per renderlo più appetibile e morbido.

Per quanto riguarda il cibo secco, prova a bagnarlo con un po' di acqua calda per ammorbidirlo se il tuo gatto è abituato a mangiare le scatolette.

X
Purina TI RISPONDE