Purina Pro Plan è un marchio PURINA. Scopri chi siamo.

Il premio fuori pasto

Il premio fuori pasto

Fuori pasto: il premio alimentare
I premi non sono da considerarsi spuntini fuori pasto o supplementi alimentari. Questi ultimi, anzi, vanno evitati. I premi servono invece per far comprendere al nostro cucciolo che siamo contenti di ciò che ha fatto, impostando così un equilibrato rapporto cane-proprietario. Per premiare il cucciolo ci sono diversi modi. Una carezza, un complimento, un giocattolo e infine il premio più ambito: un gustoso bocconcino.

Data la sua efficacia, il premio alimentare viene adottato come importante strumento nell’addestramento e nell’educazione del cane e deve essere elargito in modo che il cane capisca la sostanziale differenza tra l’azione positiva (fare qualcosa di gradito) e il comportamento scorretto.

Come dare il bocconcino di premio
Il bocconcino va somministrato in modo appropriato: deve essere dato sempre dopo l’esecuzione corretta di un nostro comando (seduto, a terra, ecc. ecc.). Deve essere un alimento molto appetibile, ma diverso da quello dato abitualmente per pasto. Inoltre, non deve mai essere gettato o posato a terra ma deve essere offerto direttamente con le mani, facendo in modo che il cucciolo impari a prenderlo con delicatezza.

Infine, non bisogna eccedere con le dosi: un bocconcino alla volta durante la seduta di addestramento ogni qual volta l’esecuzione è corretta e un compenso più generoso (non più di tre o quattro) alla fine della seduta o quando il cucciolo riesce ad eseguire un’azione particolarmente impegnativa.

In commercio esistono alimenti appositi (piccoli snacks, croccantini o biscotti) particolarmente appetibili da usare come premi. Attenzione: gli snacks devono essere di qualità, poiché sono molto calorici, e non sono da considerarsi alimenti sostitutivi del pasto. Tra gli alimenti “umani” possiamo dare piccoli pezzi di pane secco o pezzettini di frutta, per esempio di mela, se il cucciolo la gradisce.

X
Purina TI RISPONDE